Manifesta 8

Inaugura il 9 ottobre 2010 la nuova edizione di Manifesta, la biennale europea dell’arte contemporanea, che avrà luogo in Spagna, nelle città di Murcia e Cartagena, in dialogo con il nord Africa. Manifesta 8 esplorerà l’idea di Europa nel XXI secolo, focalizzando l’attenzione sui confini del continente e dirigendo lo sguardo sulle odierne frontiere dell’Europa ma anche, in particolare, sulla loro interrelazione con la Regione del Maghreb: Manifesta 8 intende così rafforzare il suo carattere di biennale internazionale e intercontinentale itinerante. Rimanendo fedeli al carattere innovativo di sperimentazione di nuovi modelli e metodologie curatoriali, questa volta non ci saranno singoli professionisti a essere scelti per il ruolo di curatore, bensì da tre collettivi che insieme formeranno il curatorial team: Alexandria Contemporary Arts Forum, Chamber of Public Secrets e Tranzit.org. Inerente al carattere nomade di Manifesta è il desiderio di esplorare il territorio geografico e psicologico d’Europa, facendo doppiamente riferimento sia alle linee di demarcazione che al concetto di nazionalità. Questo procedimento mira a stabilire un più intimo dialogo tra situazioni culturali e artistiche particolari e i più larghi campi dell’arte e delle teorie contemporanee e della politica, in una società in cambiamento.

cm 17×24; pp. 384; 260 COL e BW ills.; paperback. Publisher: Silvana Editoriale, Milano, 2010.

ISBN: 9788836616978| 8836616976

ID: 12423

Product Description

Inaugura il 9 ottobre 2010 la nuova edizione di Manifesta, la biennale europea dell’arte contemporanea, che avrà luogo in Spagna, nelle città di Murcia e Cartagena, in dialogo con il nord Africa. Manifesta 8 esplorerà l’idea di Europa nel XXI secolo, focalizzando l’attenzione sui confini del continente e dirigendo lo sguardo sulle odierne frontiere dell’Europa ma anche, in particolare, sulla loro interrelazione con la Regione del Maghreb: Manifesta 8 intende così rafforzare il suo carattere di biennale internazionale e intercontinentale itinerante. Rimanendo fedeli al carattere innovativo di sperimentazione di nuovi modelli e metodologie curatoriali, questa volta non ci saranno singoli professionisti a essere scelti per il ruolo di curatore, bensì da tre collettivi che insieme formeranno il curatorial team: Alexandria Contemporary Arts Forum, Chamber of Public Secrets e Tranzit.org. Inerente al carattere nomade di Manifesta è il desiderio di esplorare il territorio geografico e psicologico d’Europa, facendo doppiamente riferimento sia alle linee di demarcazione che al concetto di nazionalità. Questo procedimento mira a stabilire un più intimo dialogo tra situazioni culturali e artistiche particolari e i più larghi campi dell’arte e delle teorie contemporanee e della politica, in una società in cambiamento.

×