Roberto Menghi architetto e designer approfondimenti

Dopo Roberto Menghi, architetto e designer. Prime indagini, questo secondo volume dedicato a Roberto Menghi (1920-2006) prosegue il lavoro di analisi e interpretazione su un architetto finora poco studiato, approfondendo alcuni dei temi messi in luce già nella prima fase della ricerca sulla sua figura e sulla sua opera. Aderendo al celebre slogan di Ernesto Nathan Rogers – “dal cucchiaio alla città” – i saggi qui raccolti indagano, a partire da diversi punti di vista, le molteplici scale del progetto su cui si articola l’attività dell’architetto milanese mettendone in luce la peculiarità di un approccio a pieno titolo politecnico, ossia la capacità di coniugare saperi eterogenei e abilità differenti al fine di rispondere, con sapienza, coerenza ed eleganza, al problema progettuale di partenza. Come il primo volume, anche questo si avvale della collaborazione di ricercatori provenienti da diverse istituzioni universitarie italiane e, soprattutto, del Centro Studi e Archivio delle Comunicazione dell’Università di Parma presso cui è conservato il fondo Roberto Menghi.

Text: Gandolfi Carlo, Landsberger Martina. pp. 192; paperback. Publisher: Silvana Editoriale, Milano, 2023.

ISBN: 9788836653621 | 8836653626
Request info
ID: 27362

Product Description

Dopo Roberto Menghi, architetto e designer. Prime indagini, questo secondo volume dedicato a Roberto Menghi (1920-2006) prosegue il lavoro di analisi e interpretazione su un architetto finora poco studiato, approfondendo alcuni dei temi messi in luce già nella prima fase della ricerca sulla sua figura e sulla sua opera. Aderendo al celebre slogan di Ernesto Nathan Rogers – “dal cucchiaio alla città” – i saggi qui raccolti indagano, a partire da diversi punti di vista, le molteplici scale del progetto su cui si articola l’attività dell’architetto milanese mettendone in luce la peculiarità di un approccio a pieno titolo politecnico, ossia la capacità di coniugare saperi eterogenei e abilità differenti al fine di rispondere, con sapienza, coerenza ed eleganza, al problema progettuale di partenza. Come il primo volume, anche questo si avvale della collaborazione di ricercatori provenienti da diverse istituzioni universitarie italiane e, soprattutto, del Centro Studi e Archivio delle Comunicazione dell’Università di Parma presso cui è conservato il fondo Roberto Menghi.

×