Atlante Gavina

L’avventura intellettuale e imprenditoriale di Dino Gavina definito da Marcel Breuer il più emotivo e impulsivo fra tutti i costruttori di mobili del mondo è presentata in questo volume attraverso brevi citazioni di protagonisti e studiosi di design sulla gran parte degli oggetti da lui ispirati e prodotti, ancora oggi icone del design moderno. Dopo la costituzione di Gavina Spa nel 1960, nel 1962 Dino Gavina fonda con alcuni soci l’azienda Flos, diventata in breve tempo un modello di successo internazionale nel campo dell’illuminazione. Del 1968 è il progetto Ultrarazionale primo tentativo di superare lo stretto Razionalismo nell’arredamento e nel design mentre a partire dal 1971 si inaugura Ultramobile che introduce l’opera d’arte nella produzione di mobili in serie, molti dei quali tuttora sul mercato. Da un’idea di Enzo Mari, nel 1974 prende vita un progetto per la realizzazione di mobili con semplici assemblaggi di tavole grezze e chiodi, “perché ognuno possa porsi di fronte alla produzione attuale con capacità critica”.

Text: Finessi Beppe. cm 16,5×24; pp. 112; COL and BW; paperback. Publisher: Maurizio Corraini, Mantova, 2010.

ISBN: 9788875702717 | 8875702713
Request info
ID: 27381

Product Description

L’avventura intellettuale e imprenditoriale di Dino Gavina definito da Marcel Breuer il più emotivo e impulsivo fra tutti i costruttori di mobili del mondo è presentata in questo volume attraverso brevi citazioni di protagonisti e studiosi di design sulla gran parte degli oggetti da lui ispirati e prodotti, ancora oggi icone del design moderno. Dopo la costituzione di Gavina Spa nel 1960, nel 1962 Dino Gavina fonda con alcuni soci l’azienda Flos, diventata in breve tempo un modello di successo internazionale nel campo dell’illuminazione. Del 1968 è il progetto Ultrarazionale primo tentativo di superare lo stretto Razionalismo nell’arredamento e nel design mentre a partire dal 1971 si inaugura Ultramobile che introduce l’opera d’arte nella produzione di mobili in serie, molti dei quali tuttora sul mercato. Da un’idea di Enzo Mari, nel 1974 prende vita un progetto per la realizzazione di mobili con semplici assemblaggi di tavole grezze e chiodi, “perché ognuno possa porsi di fronte alla produzione attuale con capacità critica”.

×