12179

Alighiero Boetti. Catalogo generale. Tomo primo

Maestro della costruzione e dell’artefatto, distinto da una raffinata ironia concettuale, Alighiero Boetti si è cimentato per tutta la vita in una complessa e variegata ricerca. In questo primo appuntamento con l’artista torinese, vengono catalogate le opere degli anni 1962-1971, periodo cruciale e di profonda ricerca. I principi generativi che ne fanno vibrare l’anima, come l’ordine e il disordine, il caso e la necessità, il cercare e il trovare, l’uguale e il diverso, vengono sviluppati, nel suo lavoro, attraverso materiali poveri e procedure semplici “ma di straordinaria limpidezza estetica”. È soprattutto nell’etica della produzione artistica che Boetti scardina le regole dell’arte, equiparando l’artista all’artefice: assolvendo alla sola ideazione dell’opera, ne delega l’effettiva realizzazione, per la quale si affida – come nel caso delle celebri Mappe – a mano d’opera esperta. Un progetto di quattro volumi ne raccoglie l’opera intera: a questo, faranno seguito nel 2010 gli anni 1972-1978 per chiudere con i tomi relativi agli anni 1979-1985 e 1986-1994.

Text: Ammann Jean-Christophe . cm 25×28; pp. 376; COL and BW; hardcover. Publisher: Electa, Milano, 2009.

ISBN: 9788837071271 | 8837071272

 200,00

ID: 12179

Product Description

Maestro della costruzione e dell’artefatto, distinto da una raffinata ironia concettuale, Alighiero Boetti si è cimentato per tutta la vita in una complessa e variegata ricerca. In questo primo appuntamento con l’artista torinese, vengono catalogate le opere degli anni 1962-1971, periodo cruciale e di profonda ricerca. I principi generativi che ne fanno vibrare l’anima, come l’ordine e il disordine, il caso e la necessità, il cercare e il trovare, l’uguale e il diverso, vengono sviluppati, nel suo lavoro, attraverso materiali poveri e procedure semplici “ma di straordinaria limpidezza estetica”. È soprattutto nell’etica della produzione artistica che Boetti scardina le regole dell’arte, equiparando l’artista all’artefice: assolvendo alla sola ideazione dell’opera, ne delega l’effettiva realizzazione, per la quale si affida – come nel caso delle celebri Mappe – a mano d’opera esperta. Un progetto di quattro volumi ne raccoglie l’opera intera: a questo, faranno seguito nel 2010 gli anni 1972-1978 per chiudere con i tomi relativi agli anni 1979-1985 e 1986-1994.