Il paradiso delle Urì

Romanzo di Andrea D’Anna, giovane poeta e traduttore che prese parte alla scena beat milanese e collaborò alla rivista “Pianeta Fresco”. Di questo libro, scritto da Febbraio a Luglio del 1966 tra Verona, Formentera e il Marocco, D’Anna scrisse: “Non saprei proprio come definirlo. E’ un romanzo autobiografico, psichedelico, di fantareligione? So solo che l’ho scritto perchè dovevo scriverlo”. Il Paradiso delle Urì, scritto sotto l’effetto delle sostanze allucinogene, è un atto d’amore per l’Africa e il suo crogiolo di razze, culture e religioni. Introduzione: Fernanda Pivano

Text: D’Anna Andrea, Pivano Fernanda. cm 11×18; pp. 212; paperback. Publisher: Feltrinelli, Miano, 1967.

ID: 15120

Product Description

Romanzo di Andrea D’Anna, giovane poeta e traduttore che prese parte alla scena beat milanese e collaborò alla rivista “Pianeta Fresco”. Di questo libro, scritto da Febbraio a Luglio del 1966 tra Verona, Formentera e il Marocco, D’Anna scrisse: “Non saprei proprio come definirlo. E’ un romanzo autobiografico, psichedelico, di fantareligione? So solo che l’ho scritto perchè dovevo scriverlo”. Il Paradiso delle Urì, scritto sotto l’effetto delle sostanze allucinogene, è un atto d’amore per l’Africa e il suo crogiolo di razze, culture e religioni. Introduzione: Fernanda Pivano

×