Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia. Vol. 1

Una storia del cinema d’artista e quindi della videoarte in Italia che ripercorre, a partire dagli esordi, il XX secolo: dalle prime esperienze futuriste di Anton Giulio Bragaglia e dei fratelli Corradini alle ricerche informatiche degli anni novanta, passando da Luigi Veronesi a Bruno Munari e attraverso il lavoro di tutti coloro che hanno utilizzato il cinema come strumento dell’arte. Il libro contiene una vasta mappatura della situazione attuale della videoarte italiana. Si tratta di una storia all’interno della storia dell’arte, in cui si parla soltanto del lavoro di artisti: si è scelto infatti di escludere coloro che non hanno fissato la loro ricerca in questo ambito. Il volume è arricchito da un’ampia appendice di interviste su cinema e video a dieci protagonisti dell’arte italiana contemporanea, da Fabio Mauri a Cioni Carpi, da Studio Azzurro a Marcello Maloberti. Introduzione di Vittorio Fagone 1. Cinematografia e futurismo: una storia complessa 2. Anton Giulio Bragaglia: un cammino nell’avanguardia 3. Dagli anni venti ai cinquanta: quarant’anni di ricerca 4. Luigi Veronesi 5. Gli anni sessanta e settanta: la grande euforia 6. Gli anni ottanta: la rivoluzione del video 7. Gli anni novanta: il boom del video 8. Conclusione Appendice. Manifesto del cinema futurista. Interviste agli artisti

Text: Madesani Angela. cm 17×22; pp. 245; COL and BW; paperback. Publisher: Bruno Mondadori, Milano, 2002.

ISBN: 9788842497226 | 8842497223

ID: AM-7000

Product Description

Una storia del cinema d’artista e quindi della videoarte in Italia che ripercorre, a partire dagli esordi, il XX secolo: dalle prime esperienze futuriste di Anton Giulio Bragaglia e dei fratelli Corradini alle ricerche informatiche degli anni novanta, passando da Luigi Veronesi a Bruno Munari e attraverso il lavoro di tutti coloro che hanno utilizzato il cinema come strumento dell’arte. Il libro contiene una vasta mappatura della situazione attuale della videoarte italiana. Si tratta di una storia all’interno della storia dell’arte, in cui si parla soltanto del lavoro di artisti: si è scelto infatti di escludere coloro che non hanno fissato la loro ricerca in questo ambito. Il volume è arricchito da un’ampia appendice di interviste su cinema e video a dieci protagonisti dell’arte italiana contemporanea, da Fabio Mauri a Cioni Carpi, da Studio Azzurro a Marcello Maloberti. Introduzione di Vittorio Fagone 1. Cinematografia e futurismo: una storia complessa 2. Anton Giulio Bragaglia: un cammino nell’avanguardia 3. Dagli anni venti ai cinquanta: quarant’anni di ricerca 4. Luigi Veronesi 5. Gli anni sessanta e settanta: la grande euforia 6. Gli anni ottanta: la rivoluzione del video 7. Gli anni novanta: il boom del video 8. Conclusione Appendice. Manifesto del cinema futurista. Interviste agli artisti

×