QUARANTANNI. Galleria Minini 1973-2013

Non si compiono quarant’anni tutti i giorni. Per questo Massimo Minini ha scelto di festeggiare il compleanno di una delle più importanti gallerie italiane, aprendo le porte della sua storia, raccontando il suo sogno in 464 pagine. Una raccolta di lettere, cartoline, telegrammi, fotografie, disegni, inviti delle tante mostre e avventure inventate dal 1973 ad oggi. Alighiero Boetti, Daniel Buren, Carla Accardi, André Cadere, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Sol LeWitt, Hans-Peter Feldmann, Lugi Ghirri, Maurizio Cattelan, Anish Kapoor… sono solo alcuni dei grandi nomi che arricchiscono questo viaggio, svelando l’arte dal Concettuale all’Arte Povera, dal Minimalismo alle nuove tendenze d’oggi. Le parole di Massimo Minini accompagnano alla scoperta del suo quarantennale lavoro: “Un mestiere molto particolare che ci concede, ogni tanto, il piacere di trovarci là dove nascono le idee… Scoprire talenti è un piacere, una scommessa, un azzardo, una lotteria, un dovere, un bisogno, un sogno, un atto di coraggio, una promessa.”.

Text: Minini Massimo. cm 21×30; pp. 468; COL; paperback. Publisher: A&Mbookstore Edizioni, Milano, 2013.

ISBN: 9788887071504| 8887071500

 50,00

ID: 16870

Product Description

Non si compiono quarant’anni tutti i giorni. Per questo Massimo Minini ha scelto di festeggiare il compleanno di una delle più importanti gallerie italiane, aprendo le porte della sua storia, raccontando il suo sogno in 464 pagine. Una raccolta di lettere, cartoline, telegrammi, fotografie, disegni, inviti delle tante mostre e avventure inventate dal 1973 ad oggi. Alighiero Boetti, Daniel Buren, Carla Accardi, André Cadere, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Sol LeWitt, Hans-Peter Feldmann, Lugi Ghirri, Maurizio Cattelan, Anish Kapoor… sono solo alcuni dei grandi nomi che arricchiscono questo viaggio, svelando l’arte dal Concettuale all’Arte Povera, dal Minimalismo alle nuove tendenze d’oggi. Le parole di Massimo Minini accompagnano alla scoperta del suo quarantennale lavoro: “Un mestiere molto particolare che ci concede, ogni tanto, il piacere di trovarci là dove nascono le idee… Scoprire talenti è un piacere, una scommessa, un azzardo, una lotteria, un dovere, un bisogno, un sogno, un atto di coraggio, una promessa.”.