Qui non si canta al mondo delle rane

Qui non si canta al mondo delle rane è desunto liberamente dal celebre passo di Cecco d’Ascoli (1269-1327) e ripreso dalla rivista “Lacerba” quale incipit nel 1913 per una incalzante e autentica messa in gioco dell’attività culturale al servizio del progresso civile e culturale dei cittadini. È un titolo idoneo al progetto inedito per la piattaforma culturale Arte in Centro – cinque sedi fra Ascoli Piceno, Castelbasso, Pescara per diciotto artisti – perché fa della sua alterità la forza di espressione e l’identità di un territorio che si costituisce come network per una diversa riflessione della storia dell’arte italiana, a partire da tre maestri, e artisti dalle sensibilità affini, che permeano la visione al tempo della società 2.0.

Text: Bruciati Andrea. cm 24×24; pp. 96; 60; paperback. Publisher: Silvana Editoriale, Milano, 2015.

ISBN: 9788836632053 | 883663205X

ID: 21295

Product Description

Qui non si canta al mondo delle rane è desunto liberamente dal celebre passo di Cecco d’Ascoli (1269-1327) e ripreso dalla rivista “Lacerba” quale incipit nel 1913 per una incalzante e autentica messa in gioco dell’attività culturale al servizio del progresso civile e culturale dei cittadini. È un titolo idoneo al progetto inedito per la piattaforma culturale Arte in Centro – cinque sedi fra Ascoli Piceno, Castelbasso, Pescara per diciotto artisti – perché fa della sua alterità la forza di espressione e l’identità di un territorio che si costituisce come network per una diversa riflessione della storia dell’arte italiana, a partire da tre maestri, e artisti dalle sensibilità affini, che permeano la visione al tempo della società 2.0.