Sol LeWitt: Artist’s Books

La pubblicazione costituisce il catalogo di Artist’s Book by Sol LeWitt, una mostra svolta in Italia dall’8 al 26 aprile 2009, che per la prima volta ha riunito sistematicamente tutti i Libri d’Artista realizzati nell’iter artistico di Sol LeWitt. I Libri d’Artista sono un’importante linea di ricerca percorsa da Sol LeWitt e rappresentano la sintesi formale e concettuale del suo lavoro e della sua stessa vita. In essi emergono linee, geometrie, immagini e memorie in sequenza. Il catalogo bilingue italiano/inglese illustrato a colori documenta la produzione di 76 libri d’artista del maestro americano con un’introduzione critica, un’antologia dei testi critici sulla sua produzione editoriale, una bibliografia degli scritti di Lewitt e della letteratura critica dedicata alla sua opera. Analizzare questa parte di produzione, costituisce un atto di profonda conoscenza della sua opera tutta, caratterizzata da infinite modulazioni con schemi costruttivi, schizzi progettuali, disegni esecutivi, tassonomie fotografiche, che impaginano l’architettura di piccole opere/libro. “Books are the best medium for many artists working today,” Sol LeWitt (1928-2007) once declared. A pioneer of artist’s books, and co-founder of New York’s Printed Matter bookstore in 1976, LeWitt is closely identified with the book as an art form. Starting with 1967’s Serial Project No. 1 (from Aspen magazine), and closing with Chicago (Morning Star Publications, 2002), this book reproduces covers and spreads from Sol LeWitt’s massive oeuvre of artist’s books, almost all of which are now rarities. As artist’s book historian Clive Phillpot notes, “the principle attribute of LeWitt’s books is one common to all books: a dependence upon sequence, whether of families of marks or objects, or of single or permuted series which have clear beginnings and endings.” Critical observations from LeWitt himself and a variety of scholars make this volume the most sustained treatment of LeWitt’s prolific activity in this area to date.

Text: De Donno Emanuele, Maffei Giorgio. pp. 144; COL and BW; paperback. Publisher: Edizioni Viaindustriae, Foligno, 2010.

ISBN: 9788890345920| 8890345926
Request info
ID: 12165

Product Description

La pubblicazione costituisce il catalogo di Artist’s Book by Sol LeWitt, una mostra svolta in Italia dall’8 al 26 aprile 2009, che per la prima volta ha riunito sistematicamente tutti i Libri d’Artista realizzati nell’iter artistico di Sol LeWitt. I Libri d’Artista sono un’importante linea di ricerca percorsa da Sol LeWitt e rappresentano la sintesi formale e concettuale del suo lavoro e della sua stessa vita. In essi emergono linee, geometrie, immagini e memorie in sequenza. Il catalogo bilingue italiano/inglese illustrato a colori documenta la produzione di 76 libri d’artista del maestro americano con un’introduzione critica, un’antologia dei testi critici sulla sua produzione editoriale, una bibliografia degli scritti di Lewitt e della letteratura critica dedicata alla sua opera. Analizzare questa parte di produzione, costituisce un atto di profonda conoscenza della sua opera tutta, caratterizzata da infinite modulazioni con schemi costruttivi, schizzi progettuali, disegni esecutivi, tassonomie fotografiche, che impaginano l’architettura di piccole opere/libro. “Books are the best medium for many artists working today,” Sol LeWitt (1928-2007) once declared. A pioneer of artist’s books, and co-founder of New York’s Printed Matter bookstore in 1976, LeWitt is closely identified with the book as an art form. Starting with 1967’s Serial Project No. 1 (from Aspen magazine), and closing with Chicago (Morning Star Publications, 2002), this book reproduces covers and spreads from Sol LeWitt’s massive oeuvre of artist’s books, almost all of which are now rarities. As artist’s book historian Clive Phillpot notes, “the principle attribute of LeWitt’s books is one common to all books: a dependence upon sequence, whether of families of marks or objects, or of single or permuted series which have clear beginnings and endings.” Critical observations from LeWitt himself and a variety of scholars make this volume the most sustained treatment of LeWitt’s prolific activity in this area to date.