Stanley Brouwn. I miei passi 12.12.2005 – 1.1.2006

Stanley Brouwn, uno degli artisti più radicali dell’arte concettuale, persegue dai primissimi anni Sessanta una forma d’arte legata alle sue (e altrui) misure corporali. Celebri i suoi “This way Brouwn” disegni dove domandava ai passanti informazioni su percorsi in Amsterdam. I suoi libri recenti hanno tutti lo stesso formato e identica impostazione. Di formato quadrato, in carattere Helvetica, anche in questo libro elenca i passi che Brouwn ha fatto a cavallo tra 2005 e 2006, esattamente tra il 12.12.2005 ed il 1.1.2006. Ogni giorno di questi, Brouwn ha contato i passi. Curioso capire quanti ogni giorno. Una nota che non poteva sfuggire: il giorno di Natale (25.12.2005) Stanley ha camminato poco, meno del solito. Anche la scelta delle date è sintomatica: due cifre tonde 12.12 come inizio e 1.1 come data finale. Minimi indizi, per un lavoro non privo di una sottile ironia, per chi la sa cogliere…

cm 15,5×15,5; pp. 52; paperback. Publisher: A&Mbookstore Edizioni, Milano, 2014.

ISBN: 9788887071566| 888707156X

 25,00

ID: 18417

Product Description

Stanley Brouwn, uno degli artisti più radicali dell’arte concettuale, persegue dai primissimi anni Sessanta una forma d’arte legata alle sue (e altrui) misure corporali. Celebri i suoi “This way Brouwn” disegni dove domandava ai passanti informazioni su percorsi in Amsterdam. I suoi libri recenti hanno tutti lo stesso formato e identica impostazione. Di formato quadrato, in carattere Helvetica, anche in questo libro elenca i passi che Brouwn ha fatto a cavallo tra 2005 e 2006, esattamente tra il 12.12.2005 ed il 1.1.2006. Ogni giorno di questi, Brouwn ha contato i passi. Curioso capire quanti ogni giorno. Una nota che non poteva sfuggire: il giorno di Natale (25.12.2005) Stanley ha camminato poco, meno del solito. Anche la scelta delle date è sintomatica: due cifre tonde 12.12 come inizio e 1.1 come data finale. Minimi indizi, per un lavoro non privo di una sottile ironia, per chi la sa cogliere…